sagoma ragazzo g8

LNT

palloncino

instagram
stellina
senzatitolo-1

2021 -all rights reserved - Luca Nizzoli Toetti 

2021 -all rights reserved - Luca Nizzoli Toetti 

Sentimento vs megapixel

2020-11-30 08:00

LNT

Sentimento vs megapixel

E anche questo Black Friday è passato. Dopo averlo vissuto per un paio di stagioni a New York...

 

Nella fotografia la mia E anche questo Black Friday è passato. Dopo averlo vissuto per un paio di stagioni a New York, aver visto la devastazione nei grandi magazzini, la ressa irragionevole, insomma dopo esserne stato testimone in prima persona là dove questo rito di consumo esprime il meglio di se, posso dire che non fa per me. 

Certo il continuo flusso di newsletter e pubblicità delle varie case produttrici di macchine fotografiche che in queste ultime settimane si è infittito, mi ha incuriosito. Da un po' di tempo penso di rinnovare la mia attrezzatura e mi sono "guardato un po' in giro", per capire qualcosa in questa giungla di offerte.

Il panorama a prima vista non è certo dei migliori: la corsa all'esagerazione di megapixel, all'insulso innalzamento degli iso, più le solite promesse senza riscontro sono la base della comunicazione, del marketing delle varie aziende. 

Certo l'idea di passare da una fotocamera con un sensore da 12 mp a una da 24 o addirittura da 48 sfruttando un corposo sconto non è male, ma bisogna ragionarci bene. Negli ultimi anni ho lavorato con la mia macchina da 12 mpx senza avere problemi di sorta, ho stampato foto da 120 cm di lato lungo per le mostre, ho fatto doppie pagine sui magazine, ho di fatto accontentato le richieste di tutti i miei clienti, insomma, non mi sono fatto mancare nulla. Incrociando le dita la mia vecchia reflex digitale non mi ha mai tradito e con tutti i chilometri che abbiamo fatto assieme, un po' di sentimento c'è.

A cosa mi servirebbero quindi il doppio dei megapixel? 

Di certo non a raddoppiare la dimensione delle mie fotografie: per raddoppiare la grandezza dovrei passare da 12 a 48 mp trattandosi di area del sensore (12 milioni di pixel sono il risultato di un sensore  da 4000x3000 px, 24 milioni di pixel 6000x4000 mentre 48 vengono da 8000x3000 px cioè il doppio di quello da 12 mpx) e non fermarmi a 24. Ma poi con un file così grande cosa posso fare? Intanto dovrò acquistare schede di memoria e hd per il back up più capienti. Dovrò poi capire se il mio pc è in grado di lavorare con velocità files grossi il doppio e, se non, implementare il computer con hardware che ne potenzi la capacità di calcolo, oppure comprarne uno nuovo (e già con queste spese i benefici degli sconti sono svaniti). Dovrò, infine, a ogni fotografia che voglio editare per la stampa o il web fare un'operazione di downsampling, ovvero ridimensionarla al ribasso poichè troppo "ingombrante" per qualsiasi utilizzo. Ovvero ridurre la sua grandezza. Quindi, in sintesi, avrò acquistato una macchina da 48 mpx per poi ridurre le fotografie che realizzo a dimensioni "utili", cosa che già facevo con la macchina da 12 mpx, in forma minore.

Però al bar, o sui social che ne sono la versione virtuale in cui nessuno però di butta fuori a male parole, potrei vantarmi di avere una macchina da 48 mpx di ultima generazione. Quest'ultimo mi pare l'unico benefit di un esagerato numero di pixel.

 

Poi mi chiedo quante volte negli ultimi anni ho dovuto scattare a più di 2000 ISO. Poche, pochissime, anche se una tendenza con le nuove mirrorless di molti colleghi, per evitare il micromosso, è quella di alzare gli ISO per poter utilizzare comunque uno scatto molto veloce. E poi fare una foto a 100mila ISO, ovvero lasciando che il sensore "veda" per me, come idea, mi interessa?

No, anche perchè trovo che l'utilizzo del flash sia molto più "fotografico" di una super esposizione a migliaia di ISO, magari perfetta, senza "rumore" per intenderci.

 

Al termine delle mie elucubrazioni sull'opportunità di aggiornare la mia attrezzatura, ovvero acquistare una macchina fotografica da 50 milioni di pixel, decido di pulire il sensore (cosa da fare spesso) della mia reflex, di darle una pulitina generale (l'ultima volta fu qualche anno fa). La coccolo un po', che dei pensieri brutti mi stavano allontanando da lei, che non mi ha mai tradito.

Ho capito che non mi servono più pixel o ISO, mi serve affidabilità, quindi sono felice così, e ho anche risparmiato dei soldi. 

Li investirò in libri, che sono la cosa più importante per migliorare le proprie fotografie.

Altro che megapixel.

 

Per aspetti più tecnici e meno sentimentali vi rimando a un post che pubblicherò a breve, linkandolo a questo.

Nella fotografia la mia reflex dopo un trattamento di bellezza dal mio fotoriparatore di riferimento.

img20201203114639-1606994435.jpg
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder